Casa / Notizie / Il ministro delle finanze nega che influenza le decisioni sulla pesca
Ministro de Economía desmiente influencia en decisión sobre pesca

Il ministro delle finanze nega che influenza le decisioni sulla pesca

Il capo del Ministero dell'Economia e delle Finanze (MEF), Luis Miguel Castilla, enfaticamente negato che lui o il suo portafoglio aveva influenzato la decisione sulla proroga della stagione di pesca.
Il ministro ha fatto questa precisazione dopo il rilascio di e-mail di ex capo di stato maggiore, René Cornejo, dove è implicito che influenza.

“Permettetemi di essere schietto nel respingere queste affermazioni sul ruolo che il MEF può aver avuto nel determinare le pratiche che sono competenze di altri ministeri, come ad esempio le quote di pesca”Castilla ha detto.
“Questo non è un oggetto del MEF e il rifiuto di qualsiasi suggerimento”Egli ha sottolineato.

In base alle e-mail trapelate, Cecilia Blume procuratore aveva chiesto una proroga di Castilla stagione di pesca.

“Scusa se ti disturbo, ma se l'estensione della campagna di pesca non è approvato, le aziende non colgono la tua parte e anche i pescatori in modo che non possono essere caricate se pescato. Che dalla minore produzione di farina e le tasse. Il pesce è perso per tutto ciò che muore. Sarebbe la proroga sia annunciato il più presto possibile, quindi attendere fino all'ultimo giorno non è utile. Il termine [il] 31 [di] luglio e società sono il 60% di share”Blume ha scritto nella mail, il quotidiano El Comercio.

Questo mezzo ha anche detto Blume, che è direttore delle attività di pesca Exalmar ha inviato e-mail che lo scorso 18 luglio, nove giorni dopo, il Ministero delle Attività Produttive (Produce) ha esteso l'acciuga stagione di pesca per il consumo umano indiretta ( CHI).

Ministro Castilla ha segnato “deplorevole” intercettazione delle comunicazioni, perché viola la privacy dei cittadini, e hanno detto che avrebbero risposto alla richiesta di comunicazione istituzionale consegnare la posta, “di conseguenza con la trasparenza della pubblica amministrazione, attraverso il processo di governance e secondo la legge”.

Nel frattempo, il capo dei prodotti, Piero Ghezzi, ha detto che la decisione di estendere la stagione di pesca delle acciughe preso tecnicamente, cioè, su raccomandazione degli esperti dell'Istituto del Mar del Peru (Imarpe) Gestión. “Cattura di quest'anno è stato al di sotto del 70%”, Ha detto il ministro.

“Imarpe considerato, per ragioni puramente scientifiche, il ritardo nel processo di deposizione delle uova [acciuga] giustificato per estendere la stagione di pochi giorni, mentre la quota di pesca rilasciata in aprile aveva catturato solo due terzi sulla base del fenomeno della bambino”Agrego Ghezzi.

FONTE: Fis.com

Sul Perù Pesquero

Peru Pesquero

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Scorrere fino a Top