Casa / Notizie / Specialista ONG Asidh avviso alienare l'inquinamento marino
Especialista de ONG Asidh alerta que la contaminación alejará especies marinas

Specialista ONG Asidh avviso alienare l'inquinamento marino

Il direttore esecutivo dell'Associazione delle ONG per la Ricerca e lo Sviluppo Umano (Asidh), Alfonso Arellano, ha avvertito ieri che l'inquinamento rifiuti marini alienare specie dalla costa e rendere la pesca più difficile. Questo dopo che si è saputo che i contadini del mare producono fino a 100 mila tonnellate di tali detriti ogni anno.

Arellano ha spiegato che Pota detriti e pesci di mare che entrano nel mare di ossigeno residua flora e fauna marina che si nutre di specie più grandi, così i pescatori devono andare oltre al solito per i lavori.

Per ovviare a questo problema proposta di riutilizzo di questi marina rimane in altre attività come il compostaggio, ha anche sottolineato che l'acqua prodotta in questa attività può essere trattata e utilizzata per l'irrigazione di parchi e giardini.

Il Direttore della Ricerca del Ministero dell'Ambiente, Sonia Gonzales, ha condiviso la proposta e ha detto che il riutilizzo dei rifiuti marini è la possibilità di evitare la contaminazione della baia.

"Può essere uno spreco per questa attività, ma può essere un input per altri, cioè la sfida per la ricerca, che danno altro utilizzo non solo disaggregare o smerigliatura. Con i componenti che potevano servire per altri usi, ma dovrebbe essere uno studio, "ha detto.

Più inquinamento:
Adolfo Vallejos, Ingegnere di pesca con il Master in Gestione Ambientale, ha detto Talara Bay è anche contaminata dagli effetti del settore idrobiologico. Ha spiegato che questo è perché i lavoratori fanno Pota movimentazione prodotto povero, quando sbarco e di processo.

"La cattura media è di 90 tonnellate al giorno, ma che c'è una efficacia del 90%. Il resto della popolazione si getta flussi, ma con il vento raggiunge la baia ", ha spiegato.

È per questo che ho proposto di formare e organizzare il personale meglio dedicato a tali attività per ottenere un migliore controllo di rifiuti marini.

Vallejos ha anche osservato che lo scarico del combustibile in raffineria rappresenta un rischio per l'ambiente, perché alcune navi rilasciare piccole quantità di combustibile e non hanno il corretto trattamento di questo idrocarburo.

FONTE: Eltiempo.pe

Sul Perù Pesquero

Peru Pesquero

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Scorrere fino a Top