Casa / Notizie / Domande dopo il fallimento di L'Aia
Interrogantes tras el fallo de La Haya

Domande dopo il fallimento di L'Aia

Poi, lo scorso 27 febbraio quando la Corte internazionale di giustizia dell'Aia, reso pubblica la sua decisione sulla base della delimitazione marittima tra il Perù e il Cile, le reazioni in entrambi i paesi avevano una posizione di forza, è il nostro vicino di casa un po 'a disagio con tale

"3. Come previsto dalla Corte internazionale di giustizia al punto 178 della sentenza, Perù esercitare i propri diritti e doveri in tutta la sua zona marittima, nel rispetto del diritto internazionale, come si riflette nella convenzione del 1982

Pubblico che il Perù non abbia aderito e meno una parte della Convenzione del 1982 (a) UNCLOS, ora la domanda è: Che argomento è stato basato giudice di prendere in considerazione i diritti e gli obblighi del giudizio?
. L'Arte 54 ° CPP indica che il territorio è inalienabile e inviolabile, che comprende il settore marittimo a 200 miglia marine;

Pertanto, la nostra principale preoccupazione, il Congresso dovrebbe chiarire questi punti tutti i peruviani, in particolare quando le autorità cilene sono consapevoli dei cambiamenti che stanno avvenendo nella legislazione peruviana sulla delimitazione e il controllo marittimo,
Come parlare con la sicurezza nazionale? Erano cileno sbagliato chiedere Perù aderisce alla Convenzione del 1982, comunemente chiamato UNCLOS?. Risposte in aria.

ILO. Scrivi: Edwin Mamani Huaycani / e-mail: edmamani,,es,Gmail,,su@gmail.com

Sul Perù Pesquero

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Scorrere fino a Top