Casa / Notizie / ¿2014 sarà un anno con la presenza di El Niño?
¿2014 será un año con presencia del fenómeno de El Niño?

¿2014 sarà un anno con la presenza di El Niño?

2014 sarà, molto probabilmente, un anno di intensità di El Niño nemmeno visto. DW ha parlato con esperti sugli effetti attesi e preparati.

Alcune previsioni parlano di una probabilità del 66% che il 2014 sarà un anno di El Niño, altro 80% e che è imminente. "Secondo noi la probabilità è del 75% e raggiungerà entro ottobre. Poiché non molto non causare il caos ", spiega Armin Bunde DW, Professore di Fisica Teorica presso l'Università di Giessen.

La variazione di previsione è dovuto al metodo utilizzato. "La maggior parte sono basati unicamente sulle misurazioni di temperatura dell'acqua. Siamo convinti che dobbiamo prendere in considerazione l'atmosfera, i venti alisei che soffia o no. E quella direzione il cambiamento ", ha detto Bunde.

Vento e acqua
Il suo Istituto dal dell'Istituto di Potsdam per la ricerca sull'impatto climatico in considerazione per la presenza di venti di previsione che l'acqua di superficie calda dal Pacifico alla costa dell'Australia prende.
"Quando non lo fanno, l'acqua nella costa del Perù è più caldo. Ho anche capita di cambiare direzione e prendere tutta l'acqua calda dall'Australia al Sud America ", dice il fisico sottolineando che non rispondono ad essa.

Neve siccità ¿no?
"Se arriva El Niño, sulla costa occidentale hanno acqua calda, più umidità, più precipitazioni", ha detto Bunde.
Secondo lei, è un errore per spiegare l'attuale siccità che ha colpito l'America Centrale con questo fenomeno, che raggiunge normalmente il suo massimo nel mese di dicembre.

"In un anno di El Niño, senza pioggia in alcune zone e siccità in altre," ha detto a DW nel frattempo David Williams, program manager del settore agricolo e delle risorse naturali e il cambiamento climatico IICA (Inter-American Institute per la Cooperazione in Agricoltura) . Il suo Istituto, con sede in Costa Rica, a lavorare nel quadro del progetto Euroclima europeo nei sistemi che si adattano l'impatto di questo fenomeno in via di sviluppo.

Non tutto è il cambiamento climatico
Da parte sua, il sistema di allarme rapido Carestia della agenzia americana USAID, annuncia di rete deterioramento della sicurezza alimentare in Nicaragua, Honduras, El Salvador e Guatemala nei primi mesi del 2015. Egli attribuisce la mancanza di pioggia per una particolarmente forte El Niño grazie ai cambiamenti climatici.

"Non tutto può essere attribuito al cambiamento climatico, ma nessuno può mettere in dubbio che l'intensità e la frequenza degli eventi estremi è aumentata", osserva Williams. Anche in termini di El Niño, la percezione generale è di un aumento della frequenza e intensità.

Se El Niño, infatti, arriva con maggiore frequenza e causano maggiori danni, "non possiamo sapere. Le prime misurazioni affidabili sono state fatte dopo la seconda guerra mondiale. Nel XIX secolo, le navi furono casualmente di passaggio. "

"100 anni fa", continua l'unica informazione focalizzata sulla relazione se non ci fosse pesce sulla costa del Perù, o ha avuto gravi inondazioni Bunde, ". Il problema è che solo i grandi ragazzi devastare. Se ci affidiamo a queste informazioni per ricostruirla, sottovalutare il fenomeno. "

Bunde e il suo team sperano che in 100 anni siamo in grado di prevedere con maggiore precisione la frequenza e l'intensità del fenomeno. Per ora, nei confronti di questo El Niño, "L'America Latina sono esposti a grande rischio", dice Williams.

FONTE: Laprensa.pe

Sul Perù Pesquero

Peru Pesquero

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Scorrere fino a Top